Martedì 11 Dicembre 2018, 12:20

Il 'Risorgimento Rossonero'

Pubblicato Agosto 2017 in Attualità

Venti di cambiamenti a Via Califano, inizia un nuovo corso per il Sorrento targato Antonio Guarracino. Il giovane allenatore di Piano di Sorrento è di fatti l’emblema del “risorgimento rossonero”, un progetto calcistico fortemente legato al territorio della Penisola Sorrentina che mira a ricreare quell’entusiasmo smarrito ormai da oltre un lustro. Quella passione rossonera che ritroviamo nelle primissime parole del nuovo tecnico Guarracino: “Sono le stesse emozioni forti vissute da calciatore indossando questa maglietta, probabilmente ancora più forti. Sono un sorrentino, rappresentare la mia terra è qualcosa di molto stimolante. Allenare il Sorrento è il coronamento di un sogno, un coinvolgimento totale, ed è per questo che mi ritengo fortunato e privilegiato”.

La squadra che si appresta ad affrontare il prossimo campionato di Eccellenza regionale avrà infatti un’età media molto bassa, composta da pochi elementi con navigata esperienza pronti a far da chioccia ad una schiera di talentuosi teenagers ansiosi di ben figurare in maglia rossonera, tra i quali molti provenienti da Sorrento e dintorni come Marcello Mozzillo (difensore, classe ’98), Natale Di Gregorio (difensore, 1998), Alessandro Gargiulo (centrocampista, 2000), Luigi Esposito (difensore, 2000), Lorenzo Leone (portiere, 2000), Francesco D’Esposito (portiere, 2000), Vincenzo Pane (difensore, 2000), Giovanni Aprea (difensore, 2000), Antonio Scarpato (difensore, 2000), Diego Russo (centrocampista, 2000), Danilo Tizzani (difensore, 2001).

Punta di diamante, capitano e figura simbolo di questo Sorrento è invece un altro ragazzo della nostra terra, non più giovanissimo, ma ormai pronto a caricarsi le responsabilità di leader del “suo” Sorrento: Alfonso Gargiulo, attaccante di Massa Lubrense classe 1994, nato e cresciuto calcisticamente allo stadio “Italia” per poi maturare nei settori giovanili di Catania e Juve Stabia, a cui hanno fatto seguito diverse esperienze in serie D. Altri calciatori di riferimento del nuovo spogliatoio rossonero sono il portiere Giuliano Munao, già noto in Penisola per le stagioni trascorse a Vico Equense e Positano; il difensore Antonio Guarro, ex capitano del Savoia e vero lusso per la categoria; il difensore Giuseppe Calabrese, da un decennio sempre tra i migliori difensori nei gironi di Eccellenza campana; i centrocampisti Marco Pepe e Francesco Di Ruocco, entrambi cresciuti nel vivaio rossonero durante l’era Castellano; gli attaccanti Fabio Cifani, Ciro Schettino e Raffaele Fiorentino (un altro sorrentino doc).