Sabato 15 Dicembre 2018, 10:36

IL SORRENTO CORRE VELOCE: Le Juniores a punteggio pieno

Autore: Ufficio Comunicazioni ADS Sorrento 1945 | Pubblicato Dicembre 2017 in Scelti per te

Senza conoscere alcuna sosta, continua la cresci­ta del Sorrento a suon di prestazioni e vittorie. La compagine rossonera viaggia infatti ad una veloci­tà sempre più sostenuta, frutto del grande lavoro svolto sul manto sintetico dello stadio Italia dal tecnico Anto­nio Guarracino e dai suoi collaboratori. Fatica e sudore che regalano sempre ottimi risultati nelle gare del fine settimana sia per la prima squadra e sia per le due for­mazioni categoria Juniores.
Nel campionato regionale di Eccellenza, il Sorrento ha scalato la classifica ed al termine del mese di No­vembre si ritrova subito a ridosso delle due squadre di vertice grazie ad un recupero quasi perfetto nelle ulti­me 10 gare: 8 vittorie e 2 pareggi. Una squadra combat­tiva, grintosa, giovane e concreta che ha smentito velo­cemente tutti coloro che la davano per spacciata dopo le sconfitte nelle prime tre gare, dimostrando invece di avere tutte le carte in regola per poter ambire a qualco­sa di più di una modesta salvezza. Con otto reti, capi­tan Alfonso Gargiulo è il capocannoniere rossonero ma pesano come un macigno anche i quattro gol realizzati dall’esperto difensore Antonio Guarro, autentica anima della formazione costiera e chioccia per i più giovani del gruppo: il vero valore aggiunto.
Gaetano Vitale
Con i suoi sedici anni compiuti lo scorso Agosto, Ga­etano Vitale (classe 2001) è tra i più piccoli dell’organi­co a disposizione di mister Guarracino. Piccolo soltanto sulla carta d’identità perché sul rettangolo di gioco è veramente difficile accorgersene: tecnica, ordine tatti­co e una mentalità difficili da incontrare con i suoi pari età. Caratteristiche che hanno consentito prestazioni superlative in prima squadra e nella gara contro la Pal­mese è arrivata anche la prima rete. Un legame con i colori rossoneri che il giovane centrocampista tiene scritto chiaramente nel suo DNA: papà Luigi è cresciuto nelle giovanili rossonere alla fine degli anni ’80 per poi esordire ad appena 17 anni in prima squadra con mi­ster Govetto e dopo contribuì alla rinascita vincendo il campionato di Promozione avendo come compagno di squadra un certo Antonio Guarracino. E’ la storia che si ripete e, come papà Luigi, Gaetano non vede l’ora di gio­ire indossando questa maglietta anche se c’è il “rischio” che qualche top club potrebbe portarlo via prima.