Giovedì 13 Dicembre 2018, 18:31

Calma e sangue freddo

Autore: Luca Ricciardi | Pubblicato Luglio 2015 in Cultura

L’amica che arriva in ritardo, la fila d’attesa un po’ troppo lunga, l’impiegato che è di una lentezza esasperante…. e tu che perdi la calma! Ogni giorno la pazienza è messa a dura prova. Anche se le situazioni portano ad innervosirsi, complice anche il caldo estivo, la cosa migliore è sempre mantenere la calma. L’impazienza e l’irrequietezza sono caratteristiche di una persona insicura e problematica. La pazienza, invece, è sinonimo di forza e equilibrio e permette di vivere serenamente.

Prova a vedere il lato positivo delle cose, per esempio se sei in coda alla posta cogli l’occasione per parlare con tuo figlio che ti accompagna, oppure se sei per strada imbottigliato nel traffico, approfitta della situazione per osservare con più attenzione i luoghi per i quali sei passato mille volte, ma che non hai mai guardato veramente.
Inoltre, in tutte quelle situazioni in cui sai già che dovrai aspettare, perché non giocare d’anticipo? Prova a fare qualcosa durante l’attesa, così avrai meno l’impressione d’aver perso tempo. Ricorda l’ impazienza non fa avanzare le cose più rapidamente, quindi è inutile perdere la calma, cerca piuttosto di distrarti, cerca un’altra occupazione concreta. Quest’atteggiamento sarà molto utile per imparare a tollerare meglio i difetti altrui.

Quando senti che stai per perdere le staffe, fermati a fare il punto della situazione. Respira profondamente, cammina un po’, e prova a chiederti: le mie grida migliorerebbero la situazione? In questo modo capirai che sfogare la tua rabbia potrebbe calmarti sul momento ma non servirebbe comunque a nulla.