Giovedì 18 Ottobre 2018, 02:45

Stefano Sarcinelli: i talenti di un ragazzo grande

Autore: Francesca Schiattarella | Pubblicato Ottobre 2018 in Attualità

Stefano Sarcinelli è un orgoglio napoletano. Un talento multitasking. Inizia la sua carriera a 17 anni, in teatro, mettendo in scena testi di Brecht, Fo, De Filippo. Fa una gavetta che non conosce sosta. Attraversa tutti i campi dello spettacolo. E’ attore di te­atro, cinema, fiction, è autore e conduttore alla radio e alla Tv, regista e produttore. Lavora con Giuseppe Bertolucci, Gabriele Salvatores, più volte con Vincenzo Salemme. Realizza anche il sogno di lavorare al Festi­val di Sanremo, nel 2000, come autore al Dopofestival con la Marcuzzi.
Stefano è la storia di un ragazzo grande che ama quello che fa e che si mette sempre d’impegno per re­alizzarlo. “Quando affronti questo mestiere non come un lavoro, ma come una passione, - dice - come un qualcosa che è connaturato molto profondamente nella vita, l’impegno è sempre totale, ma al tempo stesso lieve”.
Questione di attitudine e di modo di vedere le cose.
Una delle sue trasmissioni ,“Sportacus”, per Ode­on Tv, con i suoi amici Iacchetti, Paolantoni, Covatta, è tutt’ora un cult della tv d’intrattenimento.. ed è proprio Francesco Paolantoni, il compagno di lavoro al quale è più legato, “sia professionalmente che umanamente”.
I suoi lavori più recenti sono quelli con Gigi Proietti, in “Cavalli di battaglia” per RaiUno ed a RadioDue con il grande amico Marco Marzocca, Francesco Vercillo e Simona Banchi in “Italiani in Continenti”. In questi gior­ni è impegnato come autore con Amadeus in “Stasera tutto è possibile”, in onda su RaiDue.
Stefano Sarcinelli non ha un talento, ne ha tanti. Veri. Coltivati a suon di volontà (qualità che ha eredita­to da una mamma strepitosa) … e passione.