Lunedì 10 Dicembre 2018, 01:49

Rubina Rovini, da una passione a MasterChef

Autore: Daniela Nunzia Malvone | Pubblicato Febbraio 2016 in Attualità

Rubina Rovini, 33 anni, è una donna molto vivace, socievole e coraggiosa, che vive e lavora nella bella Toscana, a Pontedera, ma è di origini pugliesi. Sin da piccola si è sempre mostrata amante della buona tavola e dei piatti tipici della tradizione. La mamma e la nonna, le hanno insegnato i segreti e le ricette legate alle sue origini. Il seggiolone, infatti, è stato il suo primo banco di apprendimento in cucina. È lì che ha iniziato a mescolare gli ingredienti che la madre gli passava dalla tavola, sporcandosi le mani, impastando e facendo assaggiare quello che, pensava fossero capolavori, al suo caro papà. Ha passato l’infanzia e l’adolescenza dividendosi fra la scuola di danza e il teatro con disciplina e dedizione, coltivando e stimolando l’estro che ricerca oggi in ogni cosa che fa.

A 5 anni inizia a studiare danza classica, una delle sue grandi passioni, portata avanti per 15 anni. Trova, attraverso il movimento e la disciplina tersicorea, il canale per esprimere la sua personalità, le sue sensazioni, senza subire condizionamenti, lo stesso avviene in cucina. L’alimentazione di una ballerina è molto restrittiva, per cui, crescendo, inizia a sperimentare piatti che avessero il giusto equilibrio fra gusto, bellezza e benessere. Nel corso degli anni, è rimasta invariata la sua filosofia di cucina. Per lei il cibo “è vita e deve essere rispettato. Non si può avere rispetto di sé stessi, se prima non si impara a rispettare il cibo”.

A 20 anni abbandona la danza alla ricerca di un lavoro come semplice impiegata, rifiutando la facoltà di economia, per andare a vivere da sola. In seguito lascia la banca presso cui lavora come responsabile ufficio titoli a tempo indeterminato per dedicarsi pienamente alla sua passione. Oramai la cucina non ha più alcuna restrizione, anzi, è sempre più ispirata e motivata a crescere come cuoca, facendo della sua passione più grande un lavoro. 

Nel suo blog, ‘Peu de Piment’, si racconta e racconta la propria filosofia gastronomica. Ha deciso di partecipare alla quinta edizione di Masterchef perché non è riuscita a frequentare l’alberghiero e scienze della nutrizione ed essere entrata nella cucina di Masterchef rappresenta la sua grande occasione per riscattarsi.

Il suo sogno sarebbe quello di diventare Personal Chef, lavorare per eventi privati, a casa delle persone. Le piacerebbe avere una piccola struttura ricettiva nella campagna toscana, con poche camere e un piccolo ristoro, dove poter offrire ai commensali prodotti locali, elaborati secondo la sua filosofia di cucina.

Rubina, non ci resta che farti i nostri migliori auguri!